colonna traiana,arte romana,scultura,architettura,arteLa meravigliosa Colonna Traiana è un bellissimo esempio di tecnica e di grande abilità artistica raggiunta durante l’Impero romano.

Una breve descrizione della colonna Traiana, questa straordinaria opera creata dall’uomo per l’ arte Romana che come in una sorta di film ci narra attraverso bellissime immagini una storia emozionante.

Questa importante opera dell’arte romana fu realizzata per essere un grande monumento onorario da collocare nel Foro di Traiano, una delle zone più frequentate dai romani della “città eterna” di Roma allo scopo di celebrare le due ultime importanti vittorie militari avvenute durante la campagna per la conquista della Dacia, un territorio che oggi possiamo far corrispondere all’attuale Romania e Moldavia. Questa campagna militare da pare dei romani avvenne sotto il comando del celebre imperatore Traiano che con le sue formidabili e addestrate legioni sconfissero il re dei Daci Decebalo intorno l’anno 106 d.C. Un popolo che poi fu lentamente assorbito dalla civiltà romana.

L’anno in cui la colonna Traiana fu terminata e quindi consegnata all’omonimo imperatore e alla città di Roma è all’incirca il 113 d.C. Purtroppo il nome dell’artista che la progettò e che realizzò anche il bellissimo fregio insieme a altri suoi collaboratori scultori è rimasto un mistero ed è passato alla storia dell’arte antica con la semplice definizione di Maestro delle imprese di Traiano.

Il monumento è una colonna con forma coclide (cioè a spirale) istoriata con all’interno una scala a chiocciola che porta sino alla sommità. Il materiale usato è il marmo e ha una altezza di quasi 30 metri o come misuravano i romani in quell’epoca di circa 100 piedi. È costituito principalmente da tre parti distinte (contrassegnate in giallo nell’immagine in alto) che sono nella parte inferiore, il basamento con forma cubica che ha al suo interno la piccola camera funeraria che ha accolto le spoglie mortali dell’imperatore Traiano e della moglie Plotina, la parte centrale della colonna composta da diversi blocchi cilindrici chiamati “rocchi” che venivano messi in opera prima di essere scolpiti e infine la sommità dove era stata posta una statua di Traiano.

 

colonna traiana,arte romana,scultura,architettura,arte

Ma la bellezza di questa straordinaria opera d’arte è sicuramente data dalle scene scolpite in bassorilievo che vanno letti dal basso verso l’alto e da sinistra verso destra (ne vediamo un particolare nell’immagine qui sopra). Queste scene ritraggono immagini di battaglie, di costruzione e di forza dei vinti, di arringhe da parte dell’imperatore alla gente ma anche scene che descrivono l’onore e il rispetto dato ai vinti. Sono tutte scene ispirate dai racconti o dalle memorie scritte da Traiano durante la campagna in terra di Dacia. Se pensiamo che se potessimo srotolare idealmente tutta la spirale del fregio decorato dagli artisti romani come fosse della semplice carta, avremmo una superficie lunga circa 200 metri contenente le 155 scene che un tempo erano tutte colorate e dipinte con dei colori molto vivaci. Si deve girare intorno ad essa circa 23 volte per terminare di vedere tutte le scene che vi sono rappresentate. La colonna Traiana insomma anche per questo motivo può essere considerata come un antico libro di racconti o come il primo film che attraverso le sue “istantanee” o i suoi “fotogrammi” ci descrive con grande dettaglio e in modo minuzioso una parte della storia di Roma antica e di uno dei suoi più grandi imperatori.

 

La colonna Traiana a Roma una straordinaria opera dell’arte anticaultima modifica: 2012-11-07T14:49:00+01:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation