Domenico Veneziano è considerato come uno dei grandi maestri e innovatori della storia dell’arte e della pittura del Quattrocento, considerato anche come una alternativa a quella corrente iper disegnativa che si era formata in quel periodo grazie ai pittori della scuola fiorentina.

 

domenico veneziano, arte, pittura del quattrocento, arte - grandi maestri, pittura, storia dell'arte

Non si sa molto e non vi sono testimonianze o documenti dei primi anni di vita di Domenico di Bartolomeo, passato alla storia dell’arte con il sopranome di Domenico Veneziano, che nasce appunto come dice il suo nomignolo nella città lagunare di Venezia negli anni tra il 1405-1410. Si conosce che dopo una possibile formazione artistica avuta negli anni giovanili nella propria città natia, dove forse ebbe modo anche di conoscere e apprezzare la pittura fiamminga, si spostò per lavorare e sviluppare il proprio talento e la propria arte soprattutto nella Regione dell’Umbria, nelle Marche e in Toscana, dove in quest’ultima morì, in quella splendida città che è Firenze nell’anno 1465 all’incirca. A Firenze imparò e conobbe la cultura e divenne grande amico tra gli altri di un altro pittore del tempo, che è Andrea del Castagno con il quale realizzò e collaborò ad alcune importanti opere. Nella meravigliosa pittura del Veneziano, si incrociano e si amalgamano alcuni influssi e novità artistiche. Anche questo artista come altri ammirò e studio profondamente l’arte e le opere del maestro Beato Angelico. Introdusse alcune novità e conoscenze della pittura fiamminga che si stava man mano sviluppando dalle Fiandre, oltre che una nuova visione del mondo più limpida e colorita, il tutto in una atmosfera molto luminosa. Tra le prime opere, purtroppo una delle più importanti commissionate al Veneziano che riguardavano un ciclo di affreschi sulla vita della Madonna Maria per decorare la Chiesa di Sant’Egidio, realizzati verso il 1439 insieme agli artisti Piero della Francesca, Andrea del Castagno sono andati perduti e non restano che dei piccoli frammenti oggi.

 

domenico veneziano, arte, pittura del quattrocento, arte - grandi maestri, pittura, storia dell'arte

Un altro dei suoi grandi capolavori è sicuramente la Pala di Santa Lucia dei Magnoli (vediamo sopra in alto un particolare), una tempera su tavola di circa 210 per 215 centimetri di dimensione, realizzata intorno al 1445-47 e che ora possiamo trovare presso Gli Uffizi di Firenze. Altra opera importante è la Madonna con Bambino del 1445-1450 (vediamo qui sopra), che troviamo oggi alla National Gallery of Art di Washington.

 

Domenico Veneziano uno dei grandi pittori e interpreti dell’arte del Quattrocentoultima modifica: 2012-06-14T14:47:00+02:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation