Arte romana breve cronologia storica.

 

Come ci insegnano di solito a Scuola secondo la tradizione la città di Roma è stata fondata dal leggendario eroe chiamato Romolo intorno all’anno 753 a.C.

Non ci furono subito dei floridi sviluppi per questa nuova civiltà romana anzi nei primi due secoli di vita si alternarono al Governo di Roma molti Re, alcuni di origini Latina altri di origine Sabina ed altri ancora Etruschi. Alla fine del VI secolo a.C. Roma riesce a diventare una Repubblica e nei secoli successivi inizia una campagna di grandi conquiste verso i territori del centro e del Sud della penisola italiana, diventando la principale potenza politica, militare ed economica. Tra il periodo che va da 264 al 146 a.C. ci saranno le famose tre guerre Puniche. Roma riesce più volte a sconfiggere la rivale, ovvero la città di Cartagine e nel 146 a.C. dopo l’ultima sconfitta decisiva di questa città diventa la padrona indiscussa di tutto il territorio che si affaccia sul Mediterraneo, che allora come oggi era inteso come il centro strategico dell’economia e della politica mondiale.

Saranno dopo le molte guerre civili che insanguineranno la città nel I secolo a.C. che determineranno il passaggio dalla Repubblica all’Impero (27 a.C.), che avrà uno sviluppo economico e culturale davvero molto importante per la città di Roma e di cui testimonianze archeologiche, artistiche oltre che architettoniche che sono arrivate sino ai nostri giorni fortunatamente ci fanno riflettere sulla grande potenza che era riuscita ad raggiungere “la città Eterna”, come spesso oggi viene chiamata.

Tutto questo splendore durò circa fino al III secolo d.C. periodo in cui l’Impero di Roma entra in crisi perché travagliato da disordini politici interni, ma soprattutto per le sempre maggiori invasioni barbariche che costrinsero l’Impero ad essere diviso in due parti e cioè l’Impero d’Occidente che cadrà molto presto (476 d.C.) e l’Impero d’Oriente che poi si trasformerà in Impero Bizantino e arriverà fino al 1453 circa. (vedete anche articolo Arte Bizantina)

 

Le idee degli antichi Romani.

 

Per quanto riguarda il discorso sull’arte possiamo iniziare a parlare di vera arte Romana solo a partire dal II secolo a.C. in quanto nei primi secoli della Repubblica le forze dei romani sono tutte concentrate nella conquista dei vari territori confinanti e nell’organizzare lo Stato e quindi le poche commissioni artistiche venivano sbrigate da artisti Etruschi e Italici.

Tra il III ed il II secolo a.C. il contatto avvenuto con l’Arte Greca diventa sempre più stretto, soprattutto grazie alle guerre di conquista che fanno affluire nella città di Roma numerosi Artisti e bellissime opere greche. In questo modo i romani assimilano ed elaborano questi temi e questi stili artistici, sia dei greci che degli etruschi ma a differenza di loro i romani attribuiscono alle varie opere realizzate una chiara funzione politica e sociale.

 

L’arte Romana. 

Per i romani l’arte in generale ma soprattutto la scultura e l’ architettura erano usati come strumenti celebrativi e di propaganda prima ancora che come strumento culturale e artistico vero e proprio. Infatti i vari Imperatori che si sono succeduti amavano celebrare i propri grandi trionfi in guerra e le proprie imprese militari, facendo costruire opere spesso monumentali che sono arrivate in ottime condizioni fino ai nostri giorni.

Lo spirito innovativo dei romani è molto evidente in architettura, infatti gli interessi pratici favoriscono il progresso delle tecniche costruttive che permettono così la realizzazione di grandi opere pubbliche, all’interno di tutto l’Impero romano (vedi come esempio l’acquedotto di Segovia in Spagna realizzato alla fine del I secolo a.C. oppure lo straordinario e monumentale Arco di Settimio Severo 193-211 d.C. nella foto sotto), da queste opere si può notare per esempio che la forma base in architettura romana è l’arco (sistema archivoltato) e le linee che prevalgono sono le linee curve, a differenza dell’architettura greca ove prevalgono delle linee rette (sistema architravato).

Arco di Settimio Severo Roma.JPG

 

 

Nella scultura l’originalità degli artisti romani è molto evidente nei ritratti e nei rilievi che vengono scolpiti su archi di trionfo e colonne (vediamo un particolare della colonna Traiana II secolo d.C. sotto) e i modelli greci si fondono con il realismo di origine etrusca.

Particolare Colonna Traiana.JPG

 

 

La pittura romana invece viene usata spesso per decorare le pareti delle ricche ville e case patrizie ed ha la caratteristica di ricercare e studiare una sorta di effetti illusionistici dalla vivacità cromatica e descrittiva. (un esempio di questo si può vedere nell’affresco “Le tre Grazie”, del I secolo d.C. di Pompei che si trova a Napoli presso il Museo Nazionale foto sotto).

Le tre Grazie arte Roma.JPG
 
Arte Romana – Breve viaggio storicoultima modifica: 2010-01-05T16:14:00+01:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

One Thought on “Arte Romana – Breve viaggio storico

  1. grazie, è abbastanza corto e ve bn, sai mi serve x il compito scritto di arte e mi preparo il foglettino 😛 grazie

Lascia un commento

Post Navigation