L’opera d’arte conosciuta nel mondo con il titolo di Donna imbellettata o Margot è uno dei bellissimi e numerosi lavori realizzati agli inizi del secolo Novecento dal celebre artista spagnolo Pablo Picasso. Sotto nell’immagine vediamo un particolare dell’opera di Picasso Donna imbellettata.

Per leggere l’articolo cliccate sul link sotto per andare sul sito dove sto spostando tutti i miei articoli Arte semplice e poi

Pablo Picasso opera Donna imbellettata

Grazie

Per tutti gli appassionati di arte, della sua storia ma soprattutto di grande pittura si segnala la Mostra intitolata “Da Botticelli a Matisse – volti e figure” dal 2 Febbraio al 1 Aprile 2013 presso il Palazzo della Gran Guardia a Verona.

La Mostra d'arte Da-Botticelli a Matisse al Palazzo della Gran Guardia di Verona.jpg

 

Qui si potranno ammirare straordinarie e bellissime opere di artisti che hanno fatto la storia dell’arte. Artisti come Sandro Botticelli, Matisse, ma anche Jan Van Eyck, Memling o Antonello da Messina, tanto per citarne qualcuno. In questa Mostra si avranno quattro interessanti sezioni dal titolo: il sentimento religioso, la grazie e l’estasi, la nobiltà del ritratto, il ritratto quotidiano, il Novecento. Lo sguardo inquieto.

Per qualunque informazione utile potete visitare il sito di Lineadombra.it

http://www.lineadombra.it/da-botticelli-a-matisse/la-mostra

Tra gli straordinari oggetti che sono stati ritrovati dagli studiosi e che fanno parte di quell’antica arte che realizzavano gli ottimi artisti Etruschi ve ne sono due davvero molto belli, preziosi e con un importante valore artistico e storico. Queste due opere sono la famosa Chimera d’Arezzo e il Sarcofago degli sposi e grazie anche al loro studio e osservazione, gli storici hanno potuto capire qualcosa in più sugli usi, la cultura artistica e tanto altro di questo importante popolo che sono appunto la civiltà Etrusca vissuta sul territorio della nostra bella Penisola Italiana in tempi passati. Sotto vediamo una immagine della statua della Chimera d’Arezzo.

La Chimera d’Arezzo.

la chimera d'arezzo,il sarcofago degli sposi,arte etrusca,arte,storia dell'arte,scultura,sculture funebri etrusche

Una descrizione sull’opera la Chimera D’Arezzo può essere letta cliccando sul nome e andando sul sito Arte semplice e poi

Il Sarcofago degli sposi opera dell’arte Etrusca

Per continuare a leggere l’articolo cliccate qui sopra e andate sul sito Arte semplice e poi

L’arte dei Popoli Italici e della civiltà Etrusca.

Come abbiamo appreso a scuola intorno al primo Millennio a.C. E quindi prima che ci fosse la venuta e la dominazione del grande Impero Romano, in quasi tutta l’area della nostra Italia potevano trovare stanziati vari popoli, spesso differenti tra di loro per il linguaggio, le usanze o magari per la loro arte. Gli storici per semplificare e farci comprendere meglio la storia e le tradizioni culturali, hanno individuato e suddiviso in due grandi aree geografiche e culturali queste antiche civiltà che vengono riconosciute anche col nome degli antichi Popoli Italici. Una di queste aree dell’Italia è quella che si trova nelle regioni più Settentrionali, quindi tra la Pianura Padana e le Alpi. Questi popoli stanziati in queste zone del Nord Italia, presentano delle affinità e delle caratteristiche culturali e artistiche simili a quelle che troviamo in popolazioni del tempo dell’Europa Centro-Occidentale. L’altra area invece è quella che si estende dall’Italia centrale sino a tutto il Meridione. In quest’area del Sud tra i vari popoli Italici che si sono fermati in alcune Regioni costruendo dei villaggi, delle città solide, basate anche su una economia florida citiamo i Lucani, i Campani e soprattutto gli Etruschi.

arte etrusca,arte,popoli italici,scultura,storia dell'arte

La civiltà e l’arte Etrusca negli antichi territori dell’Italia.

arte etrusca,arte,popoli italici,scultura,storia dell'arteLa civiltà degli Etruschi tra tutti i Popoli Italici è quella che emerge e si sviluppa di più. Non si conoscono bene le origini di questo antichissimo popolo, alcuni studiosi pensano che venga dal Medio Oriente, altri ancora che provenga da qualche Territorio del Nord Europa. Comunque i primi insediamenti Etruschi nella nostra Penisola li troviamo addirittura già dal IX-VIII secolo. Col tempo questo popolo divenne sempre più florido e forte, grazie anche ai numerosi commerci con altri paesi del Mediterraneo e allo sviluppo culturale in un vasto territorio che arrivò a comprendere quasi tutta l’area tra i fiumi Arno e Tevere e sino alla regione della Campania al Sud. Tutto questo benessere e sviluppo per gli Etruschi durò per alcuni secoli, sino al V secolo circa, quando cioè con le prime affermazioni di Roma alcune città Etrusche iniziarono un tragico declino politico ed economico che portò la fine della civiltà e la sua conquista verso il II secolo a.C.

Per quanto riguarda l’arte Etrusca possiamo dire che questo popolo ha preso degli spunti ed è stato influenzato da alcune culture vicine. Per fare un esempio quella di alcune popolazioni Italiche, per l’uso di un linguaggio artistico spesso molto semplice ed essenziale che vediamo in qualche opera oppure quella delle popolazioni ioniche. Infatti alcune decorazioni Etrusche ritrovate in opere sono realizzate con delle figure geometriche così come si usava nella tradizione artistica di alcune città Greche dell’Asia Minore. Nelle numerose necropoli Etrusche ritrovate in Italia, vi sono presenti anche delle testimonianze di pitture murali o affreschi (in alto vediamo un esempio) dove sono raffigurati delle figure umane stilizzate e molto semplificate. Gli Etruschi furono anche dei bravissimi scultori. Conoscevano già i segreti della lavorazione della pietra e del marmo anche se sembra che i migliori artisti, di cui purtroppo non ci è arrivato nessun nome a parte quello di un artista etrusco di nome Vulca (l’unico scultore col nome certo) preferivano lavorare sia l’argilla che la tecnica della fusione del bronzo.

arte etrusca,arte,popoli italici,scultura,storia dell'arte

 

Tra i bellissimi oggetti artistici etruschi che possiamo oggi ammirare in importanti Musei internazionali, realizzati dalle abili mani di sconosciuti artisti di questa antica civiltà vogliamo citare il Sarcofago degli sposi (sopra) risalente all’incirca al 520 a.C. e la celebre Chimera d’Arezzo del V secolo a.C. (immagine sopra a lato) cliccate sul link per leggere l’articolo.

arte,mostre di arte,brueghel meraviglie dell'arte fiamminga,pittura,roma,chiostro del bramantePer tutti gli amanti dell’arte fiamminga e dei meravigliosi lavori artistici di una grande Dinastia di artisti come quella fiamminga dei Brueghel.

Il Chiostro del Bramante ospita dal 18 dicembre 2012 al 2 giugno 2013 una grande mostra sui capolavori della dinastia Brueghel che ripercorre la storia e l’eccezionale talento della più importante stirpe di artisti fiamminghi attivi tra il XVI e il XVII secolo, attraverso oltre 100 opere tra dipinti, disegni e grafiche. Le opere, provenienti da importanti collezioni private e musei italiani e stranieri tra cui il Kunsthistorisches Museum di Vienna, il Tel Aviv Museum of Art, la Pinacoteca Ambrosiana di Milano e il Museo di Capodimonte di Napoli presentano al pubblico le relazioni e il percorso artistico di quattro generazioni di pittori della nobile stirpe.

Per tutte le varie informazioni sulla Mostra e sui biglietti vi invito ad andare sul sito di Romeguide.it cliccando su:

http://www.romeguide.it/mostre/bruegel/bruegelchiostrobramante.html