L’arte oggi è al terzo posto per giro di affari della mafia.

Da sempre sappiamo che la nostra bella Italia è ai primi posti quando si parla di cultura e di arte in tutte le sue forme. Per tutti i beni culturali, per tutte le straordinarie opere di pittura, di scultura o architettoniche che sono presenti sul territorio o esposti all’interno dei vari Musei italiani e che rappresentano pensate quasi il 60 per cento dell’intero patrimonio artistico mondiale, l’Italia viene considerata come un vero e proprio scrigno prezioso. Una unica e bellissima terra che fa la gioia di tutti gli appassionati e gli studiosi dell’arte. Tutto questo però come è facile intuire smuove al livello economico ogni anno importantissimi flussi di denaro, montagne di miliardi che se vengono usati e investiti bene possono davvero portare grandi vantaggi economici e sociali per l’Italia e tutti i suoi cittadini.

arte e mafia,arte,l'arte al terzo posto per business della mafia,pittura,caravaggio,la natività

Sappiamo anche che dove esistono tanti soldi entra molto spesso anche l’organizzazione criminale, la mafia che ci mette il suo zampino entrando per poter fare i loro sporchi affari e arricchirsi magari velocemente attraverso i nuovi settori come quello dell’arte. Oggi dopo studi e ricerche eseguite si parla addirittura che il mercato dell’arte sia diventato il terzo business della mafia per i guadagni fatti, dopo quelli molto lucrosi della droga e delle armi. Questo mercato e il giro dei soldi che si ha attraverso le opere false, i furti su commissione di straordinari capolavori e altre attività illecite aumenta sempre di più da un anno all’altro (il 39% in più nel 2012 rispetto al 2011). Davvero montagne di soldi che arrivano e vengono investiti dalla mafia nell’arte, soprattutto nella pittura o nella scultura attraverso l’acquisto o le vendite di dipinti o di sculture molto importanti. Come non ricordare per esempio il furto del 1969 ad opera della mafia nell’Oratorio di San Lorenzo nella città di Palermo del celebre dipinto intitolato La Natività realizzato dal grande artista Caravaggio. Purtroppo quest’opera non è stata più ritrovata e da allora si sono perse le tracce. Vediamo un immagine dell’opera sopra.

 

La fonte di questo articolo è il sito informarexresistere dove potrete leggere un intero articolo su questo argomento.

Il business dell’arte è al terzo posto per la mafia dopo armi e drogaultima modifica: 2013-08-19T15:44:00+00:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation